La presentazione del libro “Jorge Mario Bergoglio. Una biografia intellettuale” di Massimo Borghesi avrà luogo mercoledì 6 febbraio 2019 ore 16, a Perugia, a Palazzo Florenzi - Aula delle Tesi (Piazza Ermini 1).

Presente l’autore, docente di Filosofia Morale del Dipartimento Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (Fissuf) dell’Ateneo perugino, porteranno il loro saluto il Magnifico Rettore Franco Moriconi, il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e Claudia Mazzeschi, direttore del DipartimentoFissuf.

Moderati dal professor Massimiliano Marianelli, Delegato del Rettore per la Didattica, seguiranno gli interventi a cura dei professori Cristina Papa, Marco Moschini, Luca Alici, tutti del Fissuf.

Il libro di Massimo Borghesi, “Jorge Mario Bergoglio. Una biografia intellettuale” (Jaca Book 2017), ha potuto giovarsi di quattro interviste concesse dal Pontefice attraverso file audio e prende in esame un aspetto essenziale, decisamente trascurato, per la comprensione  dell’attuale pontefice: quello  della  genesi e dello sviluppo del suo pensiero. Attraverso una straordinaria capacità di raccolta di fonti e di ricerca, il testo offre un sistematico approfondimento dell’entroterra culturale e degli influssi intellettuali, da quelli europei a quelli latinoamericani, che stanno dietro alla personalità di papa Francesco. Formatosi alla scuola dei gesuiti, di quelli francesi in particolare, Bergoglio ha assimilato il messaggio di S. Ignazio attraverso la lettura, “dialettica e mistica” ad un tempo, di uno dei più acuti filosofi del ‘900: Gaston Fessard. Da qui sorge l’idea del cattolicesimo come coincidentia oppositorum che lo porta all’incontro con l’antropologia polare di Romano Guardini e con il pensiero del più rilevante intellettuale cattolico latinoamericano della seconda metà del ‘900: Alberto Methol Ferré. Si precisa, in tal modo, la prospettiva di una riflessione, originale e feconda, in grado di misurarsi con le grandi sfide della Chiesa nell’era della globalizzazione.

 

2019 01 30 bergoglio 1