Vai al contenuto principale

La Società Paleontologica Italiana, all’unanimità, ha assegnato per il 2020 la prestigiosa Medaglia “Giovanni Merla” al dottor Marco Cherin, del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia.

Il riconoscimento – intitolato a Giovanni Merla (1906-1984), che appena trentenne, ricoprì la prima cattedra di Paleontologia in Italia, istituita presso l’Università di Firenze – premia  l'attività di giovani studiosi italiani nel campo della Paleontologia.

 Il riconoscimento al dottor Cherin è stato conferito con le seguenti motivazioni:  "per le sue competenze in materia paleontologica che lo hanno portato a esperienze di ricerca presso università e musei internazionali e per i suoi studi che hanno fornito contributi importanti alle conoscenze dei mammiferi continentali e marini del Neogene-Quaternario dell’area mediterranea e dell’Africa orientale. Le sue ricerche di carattere sistematico, filogenetico, tafonomico e paleoecologico si sono spesso basate sull’analisi di immagini acquisite attraverso le più moderne e sofisticate tecniche tomografiche (TAC, luce di sincrotrone, ecc.) e i risultati pubblicati su riviste internazionali ad alto indice bibliometrico. Nel tempo, le attività di ricerca, scavo e restauro del dottor Cherin sono diventate punti di riferimento per numerosi studenti in tesi, dottorandi e tirocinanti anche provenienti da Corsi di Laurea di carattere biologico-naturalistico".

 

cherin

(Il Dottore Marco Cherin del Dipartimento di Fisica e Geologia)

 

 

Vai a inizio pagina
Sommario