Vai al contenuto principale

Il gruppo di ricerca dell'Università degli Studi di Perugia, coordinato dal professor Federico Rossi ha vinto il Premio Alfano per il miglior articolo su tematiche inerenti la Fisica Tecnica Industriale e Ambientale presentato al Congresso 2020 dell’Associazione Termotecnici Italiani (ATI).

L’articolo che ha ottenuto il riconoscimento, dal titolo “Experimental Analysis of the CO2/CH4 Replacement Efficiency due to Sodium Chloride Presence in Natural Gas Hydrates Reservoirs”, è stato redatto da Alberto Maria GambelliBeatrice CastellaniMirko FilipponiAndrea NicoliniFederico Rossi. Il Premio Alfano prevede la presenza, fra gli autori, di almeno un giovane al di sotto di 30 anni, nel caso del gruppo di ricerca perugino il dottor Gambelli. 

Lo scritto tratta di idrati di gas naturale, una risorsa energetica diffusa negli oceani di tutto il mondo che potrebbe risolvere il problema legato alla crescente domanda energetica mondiale. Nel particolare, il gruppo di ricerca del professor Rossi sta studiando delle tecniche di recupero del gas naturale tramite scambio con anidride carbonica, una strategia che permetterebbe di ottenere una energia ad impatto zero per l'atmosfera. Si tratta quindi di una possibilità in più per contrastare i cambiamenti climatici causati dalle emissioni di origine antropogenica.  

La Commissione che ha assegnato il riconoscimento era composta dai professori Alessandro Corsini (presidente ATI Sezione Lazio), Vincenzo Corrado e Vincenzo Naso. 

Il conferimento del premio è stato effettuato in occasione dell’assemblea generale ATI all'interno del 75° Congresso dell’ Associazione Termotecnica Italiana. ATI opera nel campo della conversione dell’energia e ne promuove la ricerca, l’innovazione e il trasferimento delle conoscenze tra le Università, i centri di ricerca ed il mondo produttivo. 

 

da sx gambelli castellani rossi nicolini

(Da sinistra: Gambelli, Castellani, Rossi e Nicolini)

 

Vai a inizio pagina
Sommario