Si rafforzano, grazie alla sigla di un nuovo accordo internazionale, i rapporti tra l’Università degli Studi di Perugia e l’ateneo brasiliano IMED. La collaborazione consentirà agli studenti iscritti presso entrambi gli atenei di ottenere un doppio titolo di Master in Data protection, Cybersecurity e Digital forensics e laurea magistrale brasiliana in Scienze Giuridiche, vale a dire un titolo di studio riconosciuto nei due paesi.

“Oggi più che mai è necessario superare i confini che ci separano, sia da un punto di vista scientifico che umano” ha dichiarato il Rettore, Prof. Maurizio Oliviero, “l’accordo con IMED regalerà nuove opportunità di arricchimento personale e professionale ai nostri giovani e ai nostri docenti, preziose occasioni di dialogo tra le istituzioni accademiche coinvolte. Si può crescere solo insieme, grazie al confronto costruttivo e alla collaborazione”.

La Delegata Unipg per l'Internazionalizzazione e la Cooperazione Internazionale, Prof.ssa Stefania Stefanelli, ha sottolineato come “il doppio titolo costituisce veramente una grande opportunità sia per l'Università degli Studi di Perugia sia per IMED. Grazie alla partnership gli studenti di entrambi gli atenei avranno la possibilità concreta di costruire una prospettiva di carriera al di fuori del proprio paese e grazie alla mobilità del corpo docente si promuoverà lo scambio e la formazione di reti di ricerca, oggi fondamentali nella raccolta fondi”.

“La firma dell’accordo è stata possibile solo grazie alla recente collaborazione tra IMED e Università degli Studi di Perugia. Il doppio titolo di Master è per gli studenti è una grande opportunità, visto che abbiamo già diverse università europee come riferimento sul territorio. Ho avuto l'opportunità di studiare all'estero ed è qualcosa che ha il potere di cambiarci, per questo lo consiglio vivamente a chiunque sia interessato. Siamo pronti ad accogliere gli studenti italiani”, evidenzia la Direttrice della Ricerca e degli Studi Universitari dell'istituto brasiliano, Prof.ssa Caroline Calice da Silva.

“Questo è un momento molto importante per il titolo magistrale in Giurisprudenza presso IMED. Gli studenti iscritti beneficeranno sicuramente della nuova partnership, poiché un titolo spendibile in due paesi può veramente fare la differenza”, sottolinea la coordinatrice del PPGD (Programa de Pós-Graduação), Prof.ssa Salete Oro Boff.

La nuova partnership offrirà anche ulteriori opportunità di mobilità studentesca e la possibilità di pubblicare articoli nella lingua madre del paese.

Tra le discipline coinvolte nel doppio titolo: Privacy e data protection; Cybercrime e digital forensics; Cybersecurity; Diritto amministrativo; Diritto europeo della privacy e della sicurezza informatica; Diritti fondamentali e sistemi costituzionali comparati.