Nell’Aula 0 del Dipartimento di Matematica e Informatica si è svolto un evento collegato all’European Cybersecurity Day, la campagna annuale dell'Unione Europea dedicata alla promozione della sicurezza informatica tra i cittadini e le organizzazioni dell'UE e alla fornitura di informazioni aggiornate sulla sicurezza online attraverso la sensibilizzazione e la condivisione di buone pratiche; durante tale mese si organizzano varie giornate in tutta Europa. 

L’incontro, in modalità privata (a porte chiuse, nel rispetto del nuovo dpcm), ha visto la presenza dei soli 20 studenti che hanno ottenuto i riconoscimenti al termine del periodo di formazione febbraio-maggio e di quelli migliori classificati nella manifestazione dedicata alla formazione di giovani talenti della sicurezza informatica. 

E’stato aperto dal saluto del Prof. Massimo Giulietti, Direttore Dipartimento di Matematica e Informatica; a seguire l’introduzione dei lavori da parte del Prof. Stefano Bistarelli, Direttore Nodo UniPG CINI Cybersecurity.  

Hanno partecipato alla giornata in collegamento remoto le aziende sponsor dell’iniziativa: Acta, DiGi ONE, Nexus, Tinia, TS-Way, Umbria Digitale. 

I premiati 

Nel corso della mattinata sono stati assegnati i riconoscimenti a 20 studenti provenienti sia dall’Università che da Istituti Superiori del territorio; il programma cyberchallenge infatti accoglie studenti dai 16 ai 23 anni dando la possibilità anche agli istituti superiori di federarsi all’iniziativa. 

I migliori 6 ragazzi hanno partecipato alla finale nazionale raggiungendo il 13^ posto (su 28 squadre partecipanti). Il team che ha rappresentato UniPG alla finale nazionale era composto quindi da: Federico Sabbatini, Andrei Goncear, Giacomo Massini,  Daniele Chianella, Francesco Alunni e Michele Pellegrini.  

Il progetto cyberchallenge ha portato anche alla creazione di un gruppo di ragazzi appassionati di hacking etico: il team PGiatasti.  

Il gruppo, che si è costituito in maniera autonoma e che raccoglie i ragazzi che partecipano alle finali nazionali di ogni anno) nato dalla attività in ambito cybersecurity del nodo UniPG Laboratorio Nazionale Cybersecurity diretto dal Prof. Bistarelli, ha raggiunto il podio internazionale conquistando la terza posizione e superando tutti gli altri team italiani partecipanti nella Reply Cyberchallenge; nella scorsa edizione della gara si era classificato in undicesima posizione. 

“Un ottimo risultato per PGiatasti e l’Ateneo Perugino – ha sottolineato il Prof. Bistarelli - che dimostra la bontà dell’attività in ambito Cybersecurity svolto dal Laborarorio. La Reply CyberSecurity Challenge è una competizione CTF (Capture The Flag) internazionale di tipo Jeopardy che ha luogo annualmente dal 2018 e che quest'anno ha visto la partecipazione di quasi 3000 team. Lo scopo della competizione è quello di catturare delle 'bandiere' simboliche rappresentate da una serie di caratteri alfanumerici, ottenute risolvendo enigmi che coinvolgono diversi campi della sicurezza informatica, come la crittografia, le applicazioni web e la programmazione”.  

 

premiazione cyberchallenge 1

(Un momento della premiazione)