Aperta oggi dal Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero, “Unipg pensa il Lago Trasimeno. Secondo brainstorming d’Ateneo”, iniziativa dell’Università degli Studi di Perugia che mette al servizio della società e del territorio il sapere e le capacità di analisi e di progettazione dei suoi docenti e ricercatori. L’edizione in corso, in diretta streaming, è in particolare dedicata a raccogliere idee e formulare proposte per la valorizzazione dell’area del Lago Trasimeno.  

Oltre 70 gli interventi degli scienziati Unipg, provenienti da tutti i quattordici Dipartimenti dello Studium, previsti duranti i due giorni dell’evento (v. programma allegato): domani la seconda sessione, a partire dalle ore 15,30, in diretta streaming sull’account YouTube dell’Ateneo (“Studium Generale Perugia”), con ben quaranta interventi, tutti dal forte taglio multidisciplinare.  

La maratona di oggi pomeriggio è stata avviata dai saluti inaugurali del Magnifico Rettore, il quale ha sottolineato il forte impegno dell’Università nel mettere a disposizione della società civile il proprio sapere e la propria capacità di progettazione, in collaborazione con le Istituzioni e con gli attori sociali ed economici, nell’ambito di una visione integrata e condivisa e nel rispetto delle specifiche competenze, al fine di definire dei progetti concreti che contribuiscano a valorizzare questa splendida area della Regione Umbria, compreso il territorio collinare circostante, anche negli anni a venire.  Ricordando che il primo laboratorio universitario al mondo sulle aree lacustri, per lungo tempo un punto di riferimento internazionale, è nato proprio qui agli inizi del ventesimo secolo, il Rettore ha quindi specificato che l’Università vuole essere il luogo in cui riflessioni, progetti e ricerca si coniugano con le esigenze del territorio, al di fuori delle appartenenze politiche. Essendo luogo neutrale per eccellenza, essa può favorire lo sviluppo di un patto con il quale costruire un’eredità da trasmettere alla comunità e in special modo alle generazioni future, verso le quali le istituzioni hanno la più alta delle responsabilità. 

Alle parole del Magnifico hanno fatto eco quelle del Vicepresidente della Regione Umbria Roberto Morroni, che ha definito quella con l’Università un’”alleanza feconda, grazie alla quale ridisegnare il futuro della Regione” e del Vicepresidente della Provincia di Perugia Sandro Pasquali, nonché di Giulio Cherubini, Presidente dell’Unione dei Comuni del Trasimeno, i quali hanno a loro volta espresso il proprio plauso per l’iniziativa e ringraziato il Rettore per il contributo che l’Università intende assicurare al comprensorio del Trasimeno.    

Il brainstorming è poi entrato nel vivo con il Professore Daniele Parbuono, Delegato del Rettore e coordinatore del Gruppo di lavoro “Brainstorming Unipg”, a moderare gli interventi. Il Professor Parbuono ha annunciato che le idee e i contributi esposti durante l'evento saranno successivamente rielaborati in cinque o sei progetti tematici, sui quali si aprirà una fase di confronto e approfondimento con gli attori istituzionali e territoriali, al fine di giungere alla definizione di proposte concrete ed operative.  

Il programma e il link per assistere all’evento, sono disponibili all’indirizzo https://www.unipg.it/files/eventi/2021/2021-01-25-programma-brainstorming.pdf  

 

L’iniziativa è organizzata dal Gruppo di lavoro “Brainstorming Unipg”, composto da Marta Alunni Pini, Valeria Ambrogi, Antonio Boggia, Paolo Carbone, Simonetta Cirilli, Maria Beatrice Conti, Emanuela Costantini, Elisa Delvecchio, Osvaldo Gervasi, Fiorella Giacalone, Paolo Gresele, Francesco Paolo Micozzi, Assunta Morresi, Maurizio Oliviero, Daniele Parbuono, Cristiano Perugini, Luigi Torre.