Gli studenti del corso di Architettura e Composizione 2 dell’Università degli Studi di Perugia presenteranno, durante l’evento online “FCU_Umbria Smart Land - Riqualificazione di ex-aree industriali, intermodalità e rigenerazione territoriale”, in programma venerdì 12 febbraio 2021, alle ore 9.30, su piattaforma Microsoft Teams, i progetti per la riqualificazione di due siti lungo l’asse ferroviario della Ferrovia Centrale Umbra (FCU) che unisce Terni a Sansepolcro: il primo a Todi, accanto alla stazione Todi-Ponte Rio, riguardante l’ex-molino e pastificio Cappelletti, il secondo a Umbertide, comprendente le aree di pertinenza della stazione ferroviaria (officine, magazzini, parcheggio). 

“La smart land è un ambito territoriale nel quale, attraverso politiche diffuse e condivise, si aumenta la competitività e l’attrattività dei territori con un’attenzione particolare alla qualità di vita dei cittadini – spiega il professore Paolo Verducci, docente responsabile del Corso di Architettura e Composizione 2 del 3° anno del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura -. La smart land – aggiunge il docente dell’Ateneo perugino -, oltre ad essere la risposta italiana al concetto di smart city, rappresenta anche un modello di sviluppo economico e sostenibile perfettamente compatibile con la storia del nostro paese, con le nostre infrastrutture e con l’identità delle nostre città di piccole e medie dimensioni.  Il territorio umbro costituisce un laboratorio naturale per la sperimentazione e l’applicazione di modalità e strategie progettuali intelligenti volte a definire interventi modulari e replicabili.  I progetti che saranno presentati nel workshop, dedicati alle zone di Todi e Umbertide – conclude il Professor Verducci -, si caratterizzano proprio per un approccio interscalare, attento a coniugare la dimensione territoriale-infrastrutturale con quella architettonica, tipicamente compositiva”.  

Le analisi e lo sviluppo progettuale delle singole aree sono stati condotti dagli studenti in parallelo a una riflessione sulla valorizzazione del patrimonio edilizio della FCU in una logica di intermodalità e rigenerazione territoriale delle aree attraversate dalla linea del ferro. Fra le idee di fondo del master plan va sottolineato il ruolo delle stazioni FCU e di alcuni caselli ripensati come piccoli hub per la mobilità ciclabile (ciclostelli) e come nodi a servizio della rete per il turismo lento e le attività economiche delle comunità locali. 

Il workshop di venerdì 12 febbraio 2021 verrà aperto, alle 9.30,  dai saluti istituzionali di Stefano Brancorsini, Delegato Rettorale dell’Università degli Studi di Perugia per la Sede di Terni e le Sedi distaccate, Giovanni Gigliotti, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Ermanno Cardelli, Direttore del Dipartimento di Ingegneria, Massimiliano Gioffrè, Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile e Architettura, Enzo Carnevali, Presidente dell’Associazione Centro Studi Città di Foligno. 

Seguirà la presentazione dell’incontro a cura del professor Paolo Verducci e di Valerio Palini, ingegnere e dottorando UniPg. 

Sarà poi la volta, alle ore 10.10, delle presentazioni delle ipotesi progettuali degli studenti.  

In particolare, per l’area di Todi ex-Cappelletti, interverranno: Alessia Abbozzo, Agnese Chiucchiù, Maryame Khaya, Chiara Perni, Vittoria Scargiali, Claudia Alejandra Ascione, Giulia Capati, Sara Catalucci, Laura Gasparrini, Arianna Marini, Amanda Sabino, Giovanni Boco, Emanuela Brugnoni, Alessia Bulletti, Mattia Mencarelli, Riccardo Pannacci, Giovanni Maria Valentini.  

Per l’area di Umbertide Stazione, alle ore 11.10, interverranno: Davide Angeletti, Ludovico Taglia, Christian Tintori, Daniela Mengod Gonçalves, Francesco Pio Angelilli, Giuseppe Marrone, Rebecca Rossi, Virginia Silvestri, Matilde Cozzali, Andrea Frenguelli, Francesco Leopardi.  

I lavori saranno commentati, alle ore 12, all’interno di una tavola rotonda moderata dall’architetto Diego Zurli, alla quale parteciperanno Marco Rettighieri, Amministratore Unico Umbria Mobilità e gli architetti Luca Bonifacio e Massimiliano Baquè.  

Le conclusioni saranno affidate a Enrico Melasecche, Assessore regionale alle infrastrutture, trasporti e opere pubbliche. 

Il workshop, che s’inserisce all’interno delle attività di ricerca sulle città intelligenti, è stato organizzato dal laboratorio i_LAB SmartCitiesDesign del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, operante presso la sede dell’Associazione Centro Studi Città di Foligno.

 

Qui il programma completo dell'iniziativa.