La Regione Umbria confermerà anche per l’anno accademico 2021-2022 la misura finalizzata all’erogazione di contributi a fronte delle tasse universitarie pagate da studentesse e studenti con nucleo familiare fino a 30'000 Euro di reddito ISEE e che siano in possesso dei previsti requisiti di merito, già attuata nel precedente anno accademico.

“Il diritto allo studio è il tema centrale del nostro impegno a favore di studentesse, studenti, comunità accademica e per un futuro realmente sostenibile del territorio” ha dichiarato il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Maurizio Oliviero. “Ringrazio la Regione Umbria per aver voluto sostenere le nostre giovani e i nostri giovani, tutelando il diritto degli studenti meritevoli di accedere a una formazione accademica di qualità, a prescindere dalle condizioni economiche, personali o familiari, come statuito dall’articolo 34 della nostra Costituzione, guida dell’azione di governo dell’Ateneo. Investire nei giovani e nel loro futuro accademico significa infatti far crescere il Paese: scientificamente, culturalmente, socialmente ed economicamente”.

“L’impegno della Regione Umbria a favore dei giovani e del merito è uno degli elementi qualificanti della nostra azione. Per questo ritengo che la collaborazione con le Università e le Afam rappresenti una buona prassi che va nella giusta direzione di rendere sempre più reale e concreto il diritto allo studio. Sostenere oggi gli studenti e le loro famiglie, significa infatti creare le migliori condizioni possibili per formare la classe dirigente futura delle nostre comunità. È questo l’obiettivo che come amministrazione regionale abbiamo condiviso e reso prioritario, come dimostrano gli strumenti messi in campo già dallo scorso anno accademico”. Lo dichiara Paola Agabiti, assessore regionale all’Istruzione e al Diritto allo studio.

Per l’attuazione della misura finalizzata all’erogazione dei contributi a fronte delle tasse universitarie pagate la Regione Umbria si avvarrà dell'Agenzia per il Diritto allo Studio dell’Umbria (ADiSU) che ad esito dei necessari adempimenti procederà alla pubblicazione di apposito avviso pubblico.

Di seguito, tutte le agevolazioni di cui studentesse e studenti potranno beneficiare per il prossimo anno accademico iscrivendosi all’Università degli Studi di Perugia:

  • Studentesse e studenti in possesso dei requisiti per la "NO-TAX AREA" (Regolamento in materia di contribuzione studentesca dell'Università degli Studi di Perugia), sono esonerati dal pagamento della contribuzione universitaria e potranno ottenere dall'Agenzia per il Diritto allo Studio (ADiSU) il rimborso della tassa regionale versata a titolo di iscrizione per l’anno accademico 2021/2022. Per l’ottenimento di tale beneficio sarà necessario effettuare apposita domanda secondo il Bando ADISU di prossima pubblicazione.
  • Studentesse e studenti in possesso dei requisiti per la "LOW-TAX AREA" potranno ottenere dalla Regione Umbria per il tramite di ADISU che emanerà un apposito avviso un contributo a fronte delle tasse universitarie versate a titolo di iscrizione per l’anno accademico 2021/2022.
  • Esenzioni e facilitazioni sono previste per diverse categorie quali studentesse e studenti provenienti dallo stesso nucleo familiare, rifugiati, corridoi umanitari, studenti stranieri provenienti da paesi a basso sviluppo.
  • L’Università degli Studi di Perugia eroga anche borse di studio, premi di merito e numerosi altri servizi, consultabili sul portale web di Ateneo.
  • Infine, studentesse e studenti che si immatricolano o si iscrivono a tempo pieno in condizione di necessità potranno usufruire di ulteriori particolari agevolazioni.