Il quarto workshop del network di ricerca multidisciplinare “SeS Redox and Catalysis” sarà ospitato lunedì 20 e martedì 21 aprile 2015 a Perugia, dal Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi che così conferma la sua posizione di rilievo nel panorama mondiale della chimica e biochimica del Selenio e della catalisi redox.


“L’idea di connettere competenze multidisciplinari in un ambito di ricerca molto attuale ed in larga parte ancora inesplorato - rileva il prof. Claudio Santi, del Dipartimento  di Scienze farmaceutiche, eletto alla guida del board scientifico internazionale del network - ha riscosso un successo che è andato ben oltre le nostre aspettative.  Il Board internazionale è composto da docenti che sono veri e propri riferimenti nel settore ed il network ha accolto l’adesione spontanea di circa 40 gruppi di ricerca da tutto il mondo. Le attività si stanno rapidamente traducendo in risultati concreti soprattutto in termini di pubblicazioni scientifiche ad alto impatto e possibilità di scambio per studenti, dottorandi e docenti, in particolare tra Italia, Polonia, Brasile, Australia e Marocco.”Questi, appena citati, sono i Paesi maggiorente rappresentati nell’edizione 2015 del Workshop di Perugia che vede  contributi scientifici provenienti dai cinque continenti.
Internazionale sarà quest’anno anche la guida dell’evento presieduto dal prof. Riccardo Vivani del Dipartimento di Scienze farmaceutiche di Perugia e dal prof. Eder Lenardao dell’Università Federale di Pelotas (Brasile). Il prof. Lenardao è attualmente a Perugia come visiting-professor per 12 mesi grazie ad una borsa brasiliana e collabora ad un progetto di ricerca con i professori Santi e Vivani. Il workshop proporrà ai giovani, partecipanti come uditori ma anche come speakers, un vero e proprio pezzo di storia contemporanea della chimica e biochimica del Selenio e dello zolfo: Carl Schiesser (Melbourne), Mike Davies (Cophenagen), Thomas Wirth (Cardiff), Jozef Drabowicz (Lodz); e la conferenza del professore emerito Helmut Sies, in condivisione con gli eventi organizzati nell’ambito del PROS.it.“Possiamo anticipare - annuncia Santi - che dal prossimo anno il network potrà diventare itinerante. E’ infatti intenzione del Board valutare la possibilità di realizzare la prossima edizione a Gifu (Giappone) in occasione del congresso mondiale sul Selenio ed a seguire valutare e selezionare le proposte di Danimarca, Australia, Polonia, Brasile e nuovamente Italia nel 2019 quando Perugia collaborerà con l’Università di Cagliari alla realizzazione del congresso Internazionale sulla Chimica del Selenio.”